Aperture credito in CC

Apertura di credito in C/C non rotativa, Apertura di credito in C/C ipotecaria, Apertura di credito in C/C

• Apertura di Credito in C/C non rotativa

L’apertura di credito in conto corrente non rotativa senza convenzione di assegno è una apertura di credito concessa a tempo determinato. La somma anticipata può essere utilizzata una sola volta per l’intero ammontare (non sono consentiti prelevamenti parziali). Particolarità che contraddistingue questo tipo di affidamento consiste nell’espressa esclusione della convenzione di assegno e dell’impossibilità da parte del cliente di ripristinare la disponibilità del credito concessogli mediante versamenti successivi, non potendo riutilizzare gli importi reintegrati. I rimborsi infatti comportano l’automatica riduzione del fido e quindi non ripristinano la disponibilità della linea di credito a favore del cliente.

Il reintegro dovrà avvenire mediante versamenti da effettuarsi in un’unica soluzione entro la scadenza del fido accordato o in più soluzioni, mediante versamenti periodici a scadenze prefissate.

Principali rischi (generici e specifici)

Tra i principali rischi, va tenuta presente la variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse ed altre commissioni e spese del servizio) ove contrattualmente previsto, in connessione con modifiche dei tassi rilevati sui mercati nazionale, comunitario o internazionale.

Consulta il Foglio Informativo Apertura di Credito in C/C non rotativa

 


 

• Apertura di Credito in C/C ipotecaria

Con questa operazione la Banca mette a disposizione del cliente, a tempo determinato o indeterminato, una somma di denaro, concedendogli la possibilità di utilizzare importi superiori alla disponibilità propria, nei limiti della somma accordata. Salvo diverso accordo, il cliente può utilizzare (anche mediante l’emissione di assegni bancari), in una o più volte, il credito concesso e può ripristinare la disponibilità di credito con successivi versamenti, bonifici, accrediti.

Il finanziamento ipotecario mediante apertura di credito è una operazione di durata medio-lunga (superiore ai 18 mesi), il cui rimborso viene garantito dalla concessione di ipoteca su immobili.

Sulle somme utilizzate nell’ambito del fido concesso, il cliente è tenuto a pagare gli interessi passivi pattuiti. Il cliente è tenuto ad utilizzare l’apertura di credito entro i limiti del fido concesso e la banca non è obbligata ad eseguire operazioni che comportino il superamento di detti limiti (c.d. sconfinamento). Se la banca decide di dare ugualmente seguito a simili operazioni, ciò non la obbliga a seguire lo stesso comportamento in situazioni analoghe, e la autorizza ad applicare tassi e condizioni stabiliti per detta fattispecie.

Principali rischi (generici e specifici)

Tra i principali rischi, va tenuta presente la variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse ed altre commissioni e spese del servizio) ove contrattualmente previsto, in connessione con modifiche dei tassi rilevati sui mercati nazionale, comunitario o internazionale.

Consulta il Foglio Informativo Apertura di Credito in C/C Ipotecaria

 


 

• Apertura di Credito in C/C

Con questa operazione la Banca mette a disposizione del cliente, a tempo determinato o indeterminato, una somma di denaro, concedendogli la possibilità di utilizzare importi superiori alla disponibilità propria, nei limiti della somma accordata. Salvo diverso accordo, il cliente può utilizzare (anche mediante l'emissione di assegni bancari), in una o più volte, il credito concesso e può ripristinare la disponibilità di credito con successivi versamenti, bonifici, accrediti.

Sulle somme utilizzate nell'ambito del fido concesso, il cliente è tenuto a pagare gli interessi passivi pattuiti. Il cliente è tenuto ad utilizzare l'apertura di credito entro i limiti del fido concesso e la banca non è obbligata ad eseguire operazioni che comportino il superamento di detti limiti (c.d. sconfinamento). Se la banca decide di dare ugualmente seguito a simili operazioni, ciò non la obbliga a seguire lo stesso comportamento in situazioni analoghe, e la autorizza ad applicare tassi e condizioni stabiliti per detta fattispecie.

Principali rischi (generici e specifici)

Tra i principali rischi, va tenuta presente la variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse ed altre commissioni e spese del servizio) ove contrattualmente previsto, in connessione con modifiche dei tassi rilevati sui mercati nazionale, comunitario o internazionale.

Consulta il Foglio Informativo Apertura di Credito in C/C